LA PASTA DI ZUCCHERO





L’antica ricetta della Pasta di Zucchero ha origine 5000 anni fa in Egitto. La grande Cleopatra ricorreva a un rito chiamato "Halawaa” che consisteva in una epilazione dol- cissima ottenuta con una pasta a base di acqua zucchero e succo di limone. Questo artigianale metodo epilatorio si sta diffondendo in tutta Europa grazie alle sue qualità.

Ingredienti naturali
La Pasta di Zucchero contiene ingredienti naturali: Zucchero, Acqua e Limone. E’ anche commestibile.

Non si attacca alla pelle
La Pasta di Zucchero non si appiccica alla pelle; questo grande vantaggio, permette l’epilazione di pelli molto delicate o addirittura in presenza di psoriasi, dermatiti.

E’ meno dolorosa
Rispetta la pelle poiché non si appiccica e questo la rende anche meno dolorosa della ceretta.

Non spezza i peli
Uno dei problemi più comuni dell’epilazione con la ceretta, è lo spezzamento dei peli, dovuto in parte allo strappo contropelo. La Pasta di Zucchero non spezza i peli ma li s la, poiché lo strappo è in direzione della naturale crescita del pelo. La Pasta di Zucchero spalmata sulla pelle contropelo, si aggrappa ai peli profondamente e li estirpa s landoli senza spezzarli.

Non è calda
Si utilizza a 35-38°C, temperatura corporea.

E’ idrosolubile
Facile da eliminare dalla pelle, dai vestiti e dalle attrezzature.

Può eliminare i peli molto corti
La peculiarità dell’applicazione contropelo della Pasta di Zucchero, permette l’estir- pazione anche dei peli molto corti, risultando ef cace, con il piacevole risultato di una pelle perfettamente epilata.

E’ molto igienica
E’ ipoallergenica e poiché lo zucchero è un antisettico naturale non porta la follicoli- te. Durante l’applicazione inoltre si usano guanti in nitrile.

Prolungamento dei benefici
La perfetta estirpazione del pelo, compreso il suo bulbo, sia dei peli lunghi sia di quelli corti, permette un risultato che dura più a lungo nel tempo.